"Elbani o sudditi continentali?"

Andare in basso

"Elbani o sudditi continentali?"

Messaggio  eraclito il Ven 28 Mar 2008 - 21:01

Caro amico Visir, piaccia o non piaccia mi sembra fuori discussione che il nostro Paese ami i demiurghi, coloro ai quali affidare la soluzione dei nostri problemi, e della nostra isola .
Non è certo un caso che gli ultimi “uomini della Provvidenza” ci abbiano ampiamente deluso, ma se usciamo dalla retorica che è propria di ogni governo , si vede bene che, anche negli anni passati, si sono manifestate le stesse aspettative nei confronti di questo o quell’uomo politico, questo o quel presidente, ritenuto particolarmente abile od astuto da gestire il nostro ambiente o da tirarci fuori dai mali del momento.
Oggi, nella nostra isola verde&blu, chi comanda , propone e dispone, non è mai un indigeno, ma detta azioni e comportamenti a chi eletto dai cittadini dovrebbe avere “le palle” decisionali per farlo senza interferenze esterne. Sembra proprio che per questi, che vorrei definire personalmente, "accattoni della poltrona" il bisogno di leadership demiurgica sia divenuto quasi patologico; non si tratta, però, di un fenomeno nuovo perché anche nel passato, più o meno recente, si è verificato lo stesso fenomeno, ( vedi Pnat. Apt, Port autority, ed altri enti importanti) insomma tutti comandano impongono e pretendono fuorché noi, gli elbani! , E questo caro Visir è un male comune a destra , a sinistra e al centro.
Oggi, basta vedere come avviene la cerimonia di presentazione del candidato che, al momento dovuto, avrà l’onore e l’onere di rapperesentare la maggioranza degli elettori. Si presentano (di fretta) uomini del “Continente" con tanto di curricula colmo di benemerenze e riconoscimenti , appaiono senatori, onorevoli, presidenti ecc. personaggi nuovi o riciclati, ( che vedremo solo una volta)appoggiati dai grandi burattinai della politica e con voce suadente ..parlano, parlano, parlano..solo loro però, perchè i nostri, li guardano a bocca aperta pensando...ma comè bravo lui. Può darsi che anche stavolta l’operazione paghi (loro). Caro amico Visir , non pensi che dietro la figura dei futuri leader, sarebbe pure il caso di delineare qualche civile confronto sui programmi ? Perché, abitudine tutta italiana, la politica da noi si fa per schieramenti,per sigle, per colori, ma cari signori qualche indirizzo programmatico di fondo sì che sarebbe necessario, e possibilmente dibattuto con noi....gli elettori! Non potrete mica pensare di fare una campagna per la conquista del consenso solo con il mordi e fuggi di qualcuno votato a l’appeal di nuove folgorazioni sulla via ....di poltronia, che fulminato da rinnovato appetito rispolvera il solito rosario del riformismo?...Come dire - votate per noi poi …domani vedremo!
avatar
eraclito

Numero di messaggi : 26
Data d'iscrizione : 11.03.08
Età : 76

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum